Arie
Duetti...
Opere
Cantate
Compositori
Switch to English

Aria: La fleche siffle et sur le fer

Compositore: Gounod Charles

Opera: Le tribut de Zamora

Ruolo: Hadjar (Basso)

Scarica spartiti gratis: "La fleche siffle et sur le fer" PDF
Tu t'en vas confiant dans ta folle entreprise. Le Père Joseph. Cinq-Mars. GounodSong of the Golden Calf ("Le veau d'or est toujours debout!"). Mèphistophélès. Faust. GounodVous qui faites l'endormie. Mèphistophélès. Faust. GounodLe grand art de cuisine. Maître Jean. La colombe. GounodLes amoureux. Maître Jean. La colombe. GounodSous les pieds d'une femme. Soliman. La regina di Saba. GounodHé quoi? parce que Mercure. Jupiter. Philémon et Baucis. GounodVénus même n'est pas plus belle!. Jupiter. Philémon et Baucis. GounodAllons! Jeunes gens!. Lord Capulet. Romeo e Giulietta. GounodVieni! la mia vendetta. Alfonso d'Este. Lucrezia Borgia. Donizetti
Wikipedia
Charles Gounod (Parigi, 17 giugno 1818 – Saint-Cloud, 18 ottobre 1893) è stato un compositore francese.
Fu il secondogenito di François Louis Gounod, pittore, e di Victoire Lemachois, pianista e figlia di un famoso avvocato del Parlamento di Normandia. Il primogenito, Louis-Urbain, era nato nel 1807. Nel 1823, quando Charles aveva cinque anni, la famiglia venne a trovarsi in seri problemi finanziari derivanti dalla morte del padre François, e Victoire si vide costretta a dare lezioni di pianoforte per poter crescere i figli.
Nel 1829 Charles Gounod entrò al lycée Saint-Louis, terminandolo poi nel 1835, iniziando nel frattempo gli studi musicali con Antonín Reicha, coetaneo nonché amico di Beethoven, proseguendoli poi al Conservatorio di Parigi sotto la guida dei maestri Halévy, Paer e Lesueur.
Nel gennaio del 1831 si recò, quasi per caso, con la madre ad una rappresentazione dell'Otello di Rossini; nel 1832 fu la volta del Don Giovanni di Mozart. I due avvenimenti convinsero il giovane Gounod a diventare un compositore.
Nel 1839 si recò a Roma a Villa Medici in seguito alla vittoria del Prix de Rome. Durante il suo soggiorno a Roma, Gounod conobbe Fanny Mendelssohn; tale conoscenza fu per lui una risorsa inestimabile che gli permise di conoscere molte delle opere tastieristiche di Bach e Beethoven. Vi rimase dal 1840 al 1843, per poi spostarsi a Vienna, ove diresse il proprio Requiem, e a Lipsia, dove ebbe modo di conoscere Felix Mendelssohn, fratello di Fanny.
Rientrato in patria, fu colto da una forte crisi interiore, per la quale trasse conforto dalla meditazione sacerdotale, vita che non riuscì mai a decidere di intraprendere. E fu proprio tale profonda devozione a portarlo a scrivere moltissime opere sacre fino alla morte, tra cui la celebre Ave Maria, nata inizialmente come parafrasi per violino e pianoforte sul primo preludio del Clavicembalo ben temperato di Bach, successivamente rielaborata per coro omofono e orchestra e, tuttavia, non destinata ad esecuzioni liturgiche.
Morì a Saint-Cloud nel 1893, dopo un'ultima revisione delle sue dodici Opere; il suo corpo venne inumato nel Cimitero d'Auteuil.
Negli anni sessanta del secolo scorso la sua Marcia funebre per una marionetta (1873) è stata usata come tema musicale per le serie televisive Alfred Hitchcock Presents e The Alfred Hithcock Hour.