Arie
Duetti...
Opere
Cantate
Compositori
Switch to English

Aria: O luce di quest'anima

Compositore: Donizetti Gaetano

Opera: Linda di Chamounix

Ruolo: Linda (Soprano)

Scarica spartiti gratis: "O luce di quest'anima" PDF

Recitative:
Ah! tardai troppo, e al nostro
favorito convegno io non trovai
il mio diletto Carlo; e chi sa mai
quanto egli avrà sofferto!
Ma non al par di me! Pegno d'amore
questi fior mi lasciò! tenero core!
E per quel core io l'amo,
unico di lui bene.
Poveri entrambi siamo,
viviam d'amor, di speme;
pittore ignoto ancora
egli s'innalzerà coi suoi talenti!Sarà mio sposo allora. Oh noi contenti!

Aria:
O luce di quest'anima,
delizia, amore e vita,
la nostra sorte unita,
in terra, in ciel sarà.
Deh, vieni a me, riposati
su questo cor che t'ama,
che te sospira e brama,
che per te sol vivrà.

Oh nube! che lieve per l'aria ti aggiri...Nella pace del mesto riposo. Maria Stuarda. Maria Stuarda. DonizettiSpargi d'amaro pianto. Lucia di Lammermoor. Lucia di Lammermoor. DonizettiSogno talor di correre. Parisina. Parisina d'Este. DonizettiRegnava nel silenzio. Lucia di Lammermoor. Lucia di Lammermoor. DonizettiAh! Non è non è tal nome. Adelia. Adelia. DonizettiPar che mi dica ancora. Fausta. Fausta. DonizettiAh! se un giorno da queste ritorte. Maria Stuarda. Maria Stuarda. DonizettiDi quai soavi lagrime... Perchè di stolto giubilo. Paolina. Poliuto. DonizettiIl dolce suono mi colpì di sua voce. Lucia di Lammermoor. Lucia di Lammermoor. DonizettiM'odi, ah m'odi. Lucrezia Borgia. Lucrezia Borgia. Donizetti
Wikipedia
Linda di Chamounix è un'opera in tre atti di Gaetano Donizetti. L'opera, denominata melodramma semiserio è su libretto di Gaetano Rossi. L'opera debuttò al Theater am Kärntnertor di Vienna, il 19 maggio 1842. Una versione riveduta venne preparata nell'autunno seguente e andò in scena a Parigi il 17 novembre 1842.L'opera non divenne nota al pari di Elisir d'amore, Don Pasquale o Figlia del reggimento, ma il suo titolo è diventato noto per la famosa aria della protagonista, Oh luce di quest'anima. Molti soprani si cimentarono solo in quest'aria (Joan Sutherland, Beverly Sills), o anche interpretando integralmente il ruolo di Linda (Edita Gruberová, Mariella Devia, Jessica Pratt). L'opera ebbe importanti rappresentazioni nel corso del '900: la più nota è quella alla Scala, con Margherita Rinaldi e Alfredo Kraus diretti da Gianandrea Gavazzeni.
Il marchese di Boisfleury trama per poter far sua Linda, figlia di Antonio e Maddalena, fingendo di volerla proteggere. La coppia teme per la figlia, e Linda, amante segreta di Carlo (in realtà Visconte di Sirval e nipote del marchese), per fuggire alle insidie si reca a Parigi con Pierotto e alcuni amici savoiardi.
Linda vive in un appartamento che Carlo le ha offerto e si è arricchita, ma viene raggiunta dal Marchese, che tenta ancora di sedurla ma invano. Intanto, Antonio è giunto a Parigi per rivedere la figlia, ma non la riconosce nella ricca signora che è diventata. Quando Linda si rivela, temendo che abbia perduto il suo onore, Antonio la ripudia. A complicare la situazione è la notizia di Pierotto, che comunica che Carlo ha sposato una donna di nobili origini. Linda impazzisce, e viene riportata a Chamounix.
Carlo torna a Chamounix, ed apprende la situazione di Linda, e le spiega che aveva rifiutato le nozze imposte dalla madre. Linda così riacquista la ragione e l'opera si conclude nella felicità generale.