Arie
Duetti...
Opere
Cantate
Compositori
Switch to English

Aria: Di lusinghe, di dolcezza non fatica non asprezza

Compositore: Händel Georg Friedrich

Opera: Deidamia

Ruolo: Nerea (Soprano)

Scarica spartiti gratis: "Di lusinghe, di dolcezza non fatica non asprezza" PDF
Gode l'alma consolata quella calma. Teofane. Ottone. HändelDolce vita del mio petto. Oriana. Amadigi di Gaula. HändelQuanto godrà, allor che mi vedrà. Alceste. Admeto. HändelL'amor, che per te sento. Lisaura. Alessandro. HändelFerite, uccidete, oh numi del ciel!. Radamisto. Radamisto. HändelDolce bene di quest'alma. Radamisto. Radamisto. HändelTrema, tiranno, ancor dice a ti il fato allor. Gismonda. Ottone. HändelMi palpita il core nè intendo perchè. Ginevra. Ariodante. HändelVanne, sorella ingrata. Radamisto. Radamisto. HändelSommi Dei! che scorgete i mali miei. Polissena. Radamisto. Händel
Wikipedia
(libretto online)
Deidamia è un'opera lirica in tre atti di Georg Friedrich Händel (HWV 42), su libretto di Paolo Antonio Rolli basato su un precedente libretto di Metastasio.
I primi due atti dell'ultima opera di Händel furono composti tra il 27 ottobre e il 7 novembre 1740, il terzo dal 14 al 20 novembre.
La prima assoluta ebbe luogo al Lincoln's Inn Fields Theatre di Londra il 10 gennaio 1741, replicata per 3 sere soltanto. Nell'occasione il ruolo della protagonista fu interpretato dal soprano Élisabeth Duparc, detta "La Francesina".
L'opera è stata riesumata negli anni cinquanta del XX secolo (nel 1953 fu eseguita in lingua tedesca ad Halle sul Saale, città natale di Händel) ed è ancora occasionalmente rappresentata.
Il giovane Achille, che si finge una fanciulla di nome Pirra, si trova nell'isola di Sciro, dove si innamora di Deidamia, figlia del re Licomede.
Ulisse, travestito da Antiloco, e Fenice, ambasciatore greco, si recano nell'isola per smascherare l'eroe e convincerlo a partecipare alla guerra di Troia.
Durante una caccia, Achille svela la propria identità; quando Ulisse offre in dono alle fanciulle stoffe, gioielli e armi, Achille sceglie queste ultime e lascia Deidamia per seguire i greci alla guerra.