Arie
Duetti...
Opere
Cantate
Compositori
Switch to English

Aria: Già riede primavera

Compositore: Paisiello Giovanni

Opera: Il barbiere di Siviglia

Ruolo: Rosina (Soprano)

Scarica spartiti gratis: "Già riede primavera" PDF
Giusto ciel, che conoscete. Rosina. Il barbiere di Siviglia. PaisielloLasciami. Tu sei fedele? Vattene. Achille. Deidamia. HändelThe Jewel Song ("Ah, je ris de me voir"). Marguerite. Faust. GounodIl dolce suono mi colpì di sua voce. Lucia di Lammermoor. Lucia di Lammermoor. DonizettiKakoy To vlast'yu neponyatnoy. Mariya. Mazepa. ČajkovskijVivi ingrato, a lei d'accanto. Elisabetta, Queen of England. Roberto Devereux. DonizettiCaro padre, a me non dei mammentar che padre sei. Fulvia. Ezio. HändelE strano! e strano!. Violetta Valery. La traviata. VerdiErnani, Ernani involami. Elvira. Ernani. VerdiTutte le feste al tempio. Gilda. Rigoletto. Verdi
Wikipedia
Il barbiere di Siviglia, ovvero La precauzione inutile è un'opera lirica di Giovanni Paisiello su libretto tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais. Spesso il libretto è attribuito a Giuseppe Petrosellini, anche se è più probabilmente opera di un anonimo librettista francofono, come suggeriscono i molti francesismi presenti.
La prima rappresentazione ebbe luogo il 15 settembre 1782 al Teatro dell'Ermitage, presso la corte imperiale russa di Caterina la Grande.
L'opera, che ebbe immediatamente un grandissimo successo in tutta Europa, venne poi oscurata dal successivo rifacimento del 1816 di Gioachino Rossini sullo stesso soggetto, che finì per relegare in un lungo oblio la versione di Paisiello.
La vicenda essenzialmente segue la commedia di Beaumarchais, traducendone direttamente, in alcuni passi, i dialoghi. La versione di Paisiello e quella di Rossini si assomigliano molto, con qualche sottile differenza. Il libretto (attribuito nell’Ottocento al Petroselli) mette un'enfasi maggiore sulle vicende amorose interessandosi meno degli aspetti comici.
Negli ultimi decenni del Novecento si è parzialmente recuperata l'opera, che ha avuto più di una esecuzione nei teatri italiani ed europei.
La cavatina del Conte Saper bramate, tratta dall'opera, è stata utilizzata nel 1975 dal regista Stanley Kubrick, che l'ha inserita con una versione strumentale nella colonna sonora del film Barry Lyndon.